26/06/08

Signore, ti prego non togliermi i pericoli,
ma aiutami ad affrontarli.
Non calmare le mie pene,
ma aiutami a superarle.
Non darmi alleati nella lotta della vita,
eccetto la forza che mi proviene da te.
Non donarmi salvezza nella paura,
ma pazienza x conquistare la mia libertà.
Concedimi di non essere un vigliacco,
usurpando la tua grazia nel successo,
ma non mi manchi la stretta della tua mano
nel mio fallimento.
Quando mi fermo stanco sulla lunga strada,
e la sete mi opprime sotto il solleone,
Quando mi punge la nostalgia di sera,
e lo spettro della notte copre la mia vita,
bramo la tua voce, o Dio, 
sospiro la tua mano sulle spalle.
Fatico a camminare x il peso del cuore,
carico dei doni che non ti ho donati.
Mi rassicuri la tua mano nella notte,
la voglio riempire di carezze,
tenerla stretta:
i palpiti del tuo cuore seguiranno
i ritmi del mio pellegrinaggio.





2 commenti:

  1. Ciao..il Signore ascolta sempre le nostre preghiere, non quelle imparate a memoria e recitate senza senso ma come questa che si vede viene dal cuore..Egli non ci lascia mai..un abbraccio

    RispondiElimina

hanno battuto le ali