11/12/08

detti pisani

Da Montelupo si vede Capraia, Dio li fa poi l'appaia...(

A tutto bordone(alla svelta)

'Un fa male 'r bé, fa male 'r ribé.(non fa male bere,ma fa male ribere)

Ciò ' piedi diacci marmati(ciò i piedi freddi)

T'avessi ‘n culo ti caerei alla Meloria

Tutto fa... disse vello 'e pisciava in Arno

Avé più culo 'e pormoni

Meglio avé paura 'e toccanne

Meglio un po' di vino 'e sa d'aceto che cento fiasche d'acqua d'Uliveto.

Cencio parla male di straccio

Se la mi' nonna ciava le rote era un carretto

Se la mi' nonna ciava le palle, ciavo tre nonni

Gnamo, fece prima mi' mà a fammi!

S'ha a dì d'andà?(andiamo?)

Si fa come le 'urregge?

Si fa come baglioni?

Si fa come quello della valle?

Maiale ‘om’è ciucco ‘r mi' 'ane vand'abbaia alle zolle

A montà 'na scala ci vòr tempo e fatìa, a scende di brutto ci vòr pòo e ci si fa dimorto male

Càati ‘n mano e tirati du stiaffi

Senza lilleri 'un si lallera(senza soldi non si campa)

Ma vai a ramà controvento

Se t'agguanto ti sgaino

O ma caa ciai nella testa, i pioppini?!(ma che hai in testa i funghi?)

...E ora ti caa la befana!

Bimbo sàrvati l'anima, ché 'r corpo è già ito...

Quando la Verrua mette ir cappello... passegger porta l'ombrello

Granata nova spazza bene

Ma sai 'na sega te se la sega sega !!!

Ti do un pattone ti fermo la crescita!

Chi 'un ha testa abbia gambe

O nini, né pe' scherzo né per burla, 'ntorno ar culo 'un ci voglio nulla!

Maiale lulì, in tasca cià le vipere!

Chi l'ha più lungo se lo tiri

Facile fà ' finocchi 'or culo di vell'artri...

Luilì cor culo manda avanti i treni

'Un venì fori co' lumini da notte!

Da Montelupo si vede Capraia, Dio li fa poi l'appaia...

Lo mangerei anco 'n capo a un tignoso!

Contà come 'r due di briscola

Maiale 'e sculo luilì... Si mettesse a fà ' 'appelli, la gente nascerebbe senza testa!

Per forza 'un vien nemmen l'aceto!

Fai più danni della grandine

Gnamo bimbo, datti da fà che le giornate son pizziotti...

'Un ci si leva più le gambe...

Ma vai a pettinà l'acciughe ar Gombo

Ti do 'na tranvata tra moccio e bava...

Sei più farzo de' sòrdi der Monopoli

Secco 'om' un usci

Sei bella 'ome 'r culo della padella

Eciai la faccia 'ome 'r culo!

Maiale 'e ghignaccia lulà!

Nessun commento:

Posta un commento

hanno battuto le ali