17/04/09

Rancore

Rancore: sì serbo rancore verso chi mi fa del male, però mi passa subito, anche perchè poi mi basta un suo piccolo gesto gentile e "dimentico". Rancore, quindi, sul momento...

Cerco sempre delle attenuanti nei comportamenti degli altri e poi non ci penso più.

Forse è per questo motivo che non nutro vendetta e non ho bisogno di perdonare...L'articolo che segue mi pare interessante:

Chi non riesce ad esprimere apertamente la sua rabbia quando si sente offeso, ma allo stesso tempo non riesce neanche a dimenticare, a perdonare, è colui/colei che prova il doloroso sentimento del rancore, molto comune fra le persone 'timide'.
Portare rancore ad una persona significa infatti avere nei suoi riguardi una forma di ostilità impegnativa, forte, esclusiva. Certamente questo sentimento non nasce dal nulla: l'ostilità provata si verifica in presenza di un tradimento affettivo, quando ci si aspettava dall'altro un comportamento diverso, capace di tenere conto dei propri bisogni fondamentali, dei propri desideri, delle proprie aspettative.
Si tratta di un sentimento amaro, ossessivo, che spinge alla vendetta, anche se difficilmente si traduce in esplicita aggressione. Chi prova rancore si sente una vittima, è portato a lamentarsi, soprattutto con se stesso, a tornare di frequente alla situazione che ha aperto la ferita, che in questo modo non riesce certamente a rimarginarsi.
Provare rancore porta a legarsi indissolubilmente al proprio 'carnefice': il sentimento del rancore non permette di dimenticare chi ci ha offeso, né l'offesa subita.

Chi prova rancore prova molta sofferenza, tende a chiudersi in se stesso e a non comunicare più con gli altri che non capirebbero l'importanza che il soggetto offeso attribuisce al proprio sentimento, o meglio, 'ri-sentimento'.

Una soluzione sembra tuttavia esserci : il perdono.
Dottoressa Giuliana Proietti
Preso dal blog di stellahref="http://2.bp.blogspot.com/_o5M04JTcnXg/SRC0ohQhWbI/AAAAAAAAA-k/0QP7JEeYx2c/s1600-h/susy+4+ever.gif">

17 commenti:

  1. se nel mondo non ci fosse tanta cattiveria,forse non esisterebbe nemmeno il rancore e l'odio.però questa è una chimera....

    RispondiElimina
  2. Purtroppo è una chimera...hai ragione!

    RispondiElimina
  3. è non sarebbe neanche il mondo ....

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. Auguri auguri, auguri, auguri.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. Oggi piove, niente
    .
    .
    .
    .
    Wroooomm!!!1

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  9. evviva la Gilera!!!

    RispondiElimina
  10. evviva la Piaggio.

    RispondiElimina
  11. casomai la piaggio visto che l'orso ci lavora

    RispondiElimina
  12. e ci hai pure lo sconto ... evvaiiii!!!

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  14. Evviva Valentino Rossi!!

    RispondiElimina
  15. grande vale!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!wroooooooooom

    RispondiElimina

hanno battuto le ali