04/09/14

05.09.13-05.09.14

Caro mio suocero domani è un anno che ci hai lasciato, quel male bastardo che si è preso mia mamma mia zia e te. non pensavo che tu mi mancassi così tanto nn riesco ad entrare in casa e vedere la tua poltrona vuota, mi manca il tuo fischio x avvisarci che il caffè o il the era pronto brontolavi sempre, ma adesso che nn ti sento più brontolare ho un vuoto dentro incolmabile. spesso cerco di ricordare la tua voce vado a risentire i filmini dove  sento la tua voce. A modo tuo sei stato un padre meraviglioso hai avuto a 24 anni un figlio una separazione e un annullamento del matrimonio con affido esclusivo di Roberto a te, ti sei rimboccato le maniche e fino a quando non hai incontrato Renata ti sei dedicato a tuo figlio senza trascurarlo mai.
Poi ti sei sposato con Renata, pensavi di aver trovato la felicità e invece il destino ti ha tirato un brutto scherzo.
Nel 75 è nata Laura, una bella bimba ma purtroppo malata. aveva una malformazione cardiaca che l'ha portarta  a vivere fra operazioni e controlli dalla nascita, poi è sopraggiunta la scoliosi anche li busti operazioni e alla fine nel 92 è deceduta x un arresto cardiorespiratorio.Hai affrontato questo dolore con l'umiltà che ti ha sempre contraddistinto da quanto ti ho conosciuto.
Nel 2005 hai cominciato ad avere mal di schiena hai fatto dei controlli e purtroppo ti trovarono un tumore al rene.Ti operarono il 5 dicembre tutto andò bene. tutti gli anni facevi i controlli e era sempre ok.
Un anno e mezzo fa hai ricominciato a stare male, hai  ricominciato con i controlli e purtroppo il male subdolo era tornato fra di noi.
a settembre del 2012 quando venni a trovarti mi facesti impressione nn ti muovevi avevi tanti dolori e la diagnosi fu tumore alle ossa con metastasi.
verso la fine dell'anno pensavamo che le cure a cui ti stavano sottoponendo facessero effetto, ma invece a marzo venne fuori il terribile sospetto che fosse leucemia.
Siamo andati avanti 6 mesi fra smentite e riconferme della diagnosi.
Ad agosto ti ricoverarono io venni a trovarti insieme a roberto mi sembrava che stavi bene eri stanco, provato, ma cercavi di reagire.
Nel giro di 15 giorni la situazione ha avuto un crollo fulmineo. ti rimandarono a casa dicendoci che ormai nn c'era più niente da fare.
io nn ci volevo credere. ti stavo perdendo.
la situazione giorno per giorno è crollata fino a quando purtroppo hai raggiunto la tua Laura in Cielo lasciando a noi un vuoto incolmabile.
Ora è trascorso un anno e il tuo ricordo è sempre vivo in noi.
stacci vicino in questo momento.
Ti voglio bene Mi manchi da morire.

Nessun commento:

Posta un commento

hanno battuto le ali